Mercoledì 28 Luglio 2021

CASSA RAGIONIERI - SOPAF - QUALCOSA SI MUOVE

Cari Colleghi,  

Il Presidente della Cassa Ragionieri, Luigi Pagliuca, ha recentemente inviato una comunicazione agli iscritti nella quale fa presente che il C.d.A. della C.N.P.R. ha deliberato la costituzione dell’ente previdenziale quale parte civile nel procedimento penale che vede imputato Giorgio Magnoni.

Ricorderete che, nell’ambito dell’inchiesta Sopaf, era emerso che 290 milioni di euro del patrimonio della Cassa era rimasto “incagliato” (questo il termine utilizzato da Pagliuca, n.d.r.) in Adenium Sicav.

In una prima comunicazione del settembre scorso il Presidente della Cassa faceva presente che 252 milioni di euro erano stati recuperati.

Nell’ultima comunicazione, oltre alla costituzione parte civile di cui sopra, viene fatto presente che una “circostanziata lettera di contestazione” è stata inviata ad un istituto bancario a cui si addebita la “responsabilità nella strutturazione di uno dei prodotti finanziari utilizzato a danno della Cassa”.

Come Sindacato Italiano Commercialisti confidiamo nel buon esito delle iniziative messe in atto dalla Cassa Ragionieri, iniziative doverose e quanto mai opportune, ma  che comunque stanno comportando diverse spese, sia di natura legale (è di euro 150.000 l’importo stanziato per il contenzioso nel budget 2015) che per consulenze (ammontava ad euro 330.000 l’importo stanziato nel budget 2014 per la consulenza mobiliare e di analisi finanziaria ed economica in merito all’investimento in Adenium Sicav).

In ogni caso continueremo a tenere d’occhio la questione, sia per analizzare l’entità del danno e le inevitabili ripercussioni sugli iscritti, sia per valutare l’eventuale possibilità di intervento a tutela dei nostri associati.

Perugia, 12 marzo 2015

 

Invita un collega

Invita i tuoi colleghi a unirsi a noi!
Facciamoci sentire!

Live betting in bet365 Sport now.

NOTA:

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei navigatori. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo